martedì 4 novembre 2008

…A VOLTE RITORNANO

Per molti anni mi sono sentita fare sempre la stessa domanda: <<Allora...quando ti laurei?>>. Ed io, mordendomi la lingua per evitare di mandarli a quel paese, cercavo un modo politicamente corretto per far capire che ero agli sgoccioli, che la tesi mi stava prendendo più tempo del previsto e banalità varie. Adesso che mi sono buttata alle spalle gli ultimi esami tosti, la tesi e i prof. super esigenti, la domanda che le stesse persone mi continuano a fare è: <<Sei fidanzata? Quando ti sposi?>>.

Ma bisogna seguire veramente uno schema nella vita? Se non lo rispetti, o semplicemente SE NON RISPETTI I TERMINI, vieni guardata in modo sospetto, come se fossi un'aliena!!!

Mi chiedo: è davvero così che bisogna vivere?...Vivere seguendo delle scadenze?! A me le istruzioni per l'uso non le hanno date e queste persone alle volte, quando mi sento più sensibile del solito, mi hanno fatta sentire <<FUORI TEMPO MASSIMO>>.

Perchè nessuno mi chiede mai se sono felice? Io risponderei in tutta onestà che stò vivendo il periodo più sereno ed importante della mia vita e che neanche il giorno della mia laurea mi sentivo così!!!

Sono consapevole che il problema è solo uno: ogni tanto faccio quell'incubo: mi trovo in facoltà, sto per dare un esame o per discutere la tesi, ma io sono in preda al panico, sono consapevole di non sapere niente e stò per mollare tutto, però non posso farlo perchè l'aula è piena di gente, quindi DEVO affrontare il docente in un modo o in un altro...

Sono davvero da psico-analizzare, oppure un giorno quest'incubo mi abbandonerà?

Vado a prepararmi un thè al limone che mi da la carica!!

2 commenti:

  1. no non sei da psico analizzare..anzi..alla spicciola direi che il sentirti pressata per la laurea ha lasciato in te un po' d' ansia..ma poi passa..a me continuano a chiedere non fai il secondo flglio?alla risposta non posso piu'averne..si sentono mortificati..ma un piatto di fatti loro mai?..vai con il tea è anche il mio toccasana..
    PS sono stata a Barcellona:rambla credo sia la via piu'viva ed emozionante che ho potuto vedere in una grande città!

    RispondiElimina

Commenti